dizionario frequenziale latino. quomodo? cui prodest? ubi?

Ciao a tutti,

il lessico è il passatempo preferito da Milo, questa volta però la fonte è in inglese: the cat is on the table.

”’In 1939 Paul B. Diederich published a paper titled “The frequency of Latin words and their endings”. In this paper Diederich listed the frequency of Latin words in three anthologies covering ancient Latin prose and poetry and medieval Latin. From these words he chose the most frequent ones, i.e. those used more than twenty times, to create a “basic vocabulary” divided into various categories for easier memorization. According to him, this basic vocabulary enables the reader to recognize 83.6 percent of the vocabulary of these anthologies (excluding proper names and certain words important almost entirely in medieval literature).”’ (scarica da qui il dizionario essenziale del Diederich).

miloReadingDigest

Utile? Forse, su questo decidete voi; certo sarebbe meglio avere analogo dizionario in italiano.

Già fatto: tutto il percorso è ben descritto in quest’altro articolo: il dizionario frequenziale latino, su discipulus.it (lettura consigliata, l’approccio scientifico è davvero interessante).

Se poi andate di fretta (in questo caso occhio però ai gattini ciechi), qui c’è da scaricare il pdf del dizionario, in italiano (dal sito discipulus.it)

Buona domenica.

Annunci

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: