Lessico latino di base: verbi deponenti e semideponenti

Ciao a tutti,

paradigmi di verbi deponenti e semideponenti di uso comune? Ecco qui un repertorio dei paradigmi più utilizzati, ma di cosa si tratta (da wikipedìa)?

I verbi deponenti sono detti così perché hanno deposto la forma attiva e si presentano in  forma passiva, conservando significato attivo (deponenti: forma passiva, significato attivo).

I verbi deponenti possono essere sia transitivi che intransitivi e seguono le quattro coniugazioni:

  • I coniugazione, infinito presente in –ari
  • II coniugazione, infinito presente in –eri
  • III coniugazione, infinito presente in –i
  • IV coniugazione, infinito presente in –iri

Questi verbi si coniugano come la forma passiva della corrispondente coniugazione, tranne che nel

dove mantengono sia forma che significato attivi.

I deponenti transitivi hanno anche il gerundivo e il supino ablativo di forma e significato passivo.
I verbi semideponenti, invece, hanno nei tempi derivati dal presente forma attiva e significato attivo; nei tempi derivati dal perfetto hanno forma passiva e significato attivo (verbi perfetto-deponenti, si potrebbe dire).

Paradigmi di verbi semideponenti comuni:

  • audeo, -es, ausus sum, audere, “osare”
  • gaudeo, -es, gavisus sum, gaudere, “gioire”
  • soleo, -es, solitus sum, solere, “essere solito”
  • fido, -is, fisus sum, fidere, “fidarsi”
  • confido, -is, confisus sum, confidere, “confidare”
  • diffido, -is, diffisus sum, diffidere, “diffidare”

Con il corso memrise “lessico latino:le mille parole” si possono memorizzare  anche questi paradigmi mentre si pensa di giocare con lo smartphone: davvero non male.

Annunci

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: