Archivi categoria: a greek primer

letture elementari di greco antico: la storia di Ciro

Ciao a tutti,

da quella vera e propria riserva universale che sta diventando il sito archive.org andiamo di tanto in tanto a ripescare qualche titolo interessante.

storiaDiCiro

The Story of Cyrus, frontespizio

È la volta di The Story of Cyrus (Clarence W. Gleason, 1900), un libro di lettura di greco antico, che un tempo (inizio ventesimo secolo, appunto) veniva utilizzato nel primo anno di studio di questa lingua, per preparare alla successiva lettura di Senofonte.

Basato sulla Ciropedia – l’educazione di Ciro, ne rappresenta un estratto semplificato, orientato alla storia personale di Ciro.

Come si usava, è un libro che arriva a batterie incluse: con il suo vocabolario dedicato, cioè. Interessante anche la sezione di composizione, brevi testi (in Inglese) da tradurre in greco, presentati secondo le regole di sintassi che sono intese da ripassare con essi.

La bibliografia utilizzata nel testo (riferimenti a grammatiche o a libri di storia antica) è parimenti disponibile su archive.org.

Buona lettura, nel caso.

/gp

Annunci

lezioni di greco antico, le parole proclitiche e il pronome Αὐτός

Ciao a tutti,

in greco antico alcune parole (si dicono proclitiche) di uso comune non hanno accento e vengono pronunciate assieme alla parola che le segue. Ancora, ecco a voi il pronome/aggettivo αὐτός, che in greco fa la parte dei latini is, ipse e idem.

  • Proclitiche, pronome αὐτός, vocabolario, esercizi. Scarica qui il file pdf della lezione: agreekprimerlessonxvi.

Tutte queste lezioni, tradotte con cura e pazienza – e introducendo qua e là poco opportuni svarioni –  dal testo del Gleason A Greek Primer (1903, New York, American Book Company), sono disponibili a questo indirizzo, basta cliccare qui (ogni tanto c’è un corrige e i pdf delle lezioni vengono rinnovati).

Per i temerari del computer, c’è la possibilità di scaricare direttamente i sorgenti delle traduzioni: così, se volete ampliare vocabolari o esercizi o modificare spiegazioni e note, potete poi ricostruire i pdf.

https://github.com/gpciceri/milagathos/tree/master/aGreekPrimer (caveat: sono scritti in LaTeX, altro linguaggio per molti ma non per tutti).

Per segnalare gli (in)evitabili errori, altre sviste e per osservazioni o suggerimenti, scrivete a gp (dot) ciceri (at) gmail (dot) com (indirizzo email ottenuto dopo le ovvie sostituzioni).

Buon lavoro.


lezioni di greco antico, Terza Declinazione: temi in Linguale

Ciao a tutti,

ancora esempi di nomi con temi in muta per la Terza Declinazione, è la volta di quelli in linguale.

  • Terza Declinazione, temi in linguale (τ, δ, θ); vocabolario, esercizi. Scarica il file pdf della lezione da qui: agreekprimerlessonxv.

Tutte queste lezioni, tradotte con cura e pazienza – e introducendo qua e là simpaticissimi svarioni –  dal testo del Gleason A Greek Primer (1903, New York, American Book Company), sono disponibili a questo indirizzo, basta cliccare qui (ogni tanto c’è un corrige e i pdf delle lezioni vengono rinnovati).

Per i temerari del computer, c’è la possibilità di scaricare direttamente i sorgenti delle traduzioni: così, se volete ampliare vocabolari o esercizi o modificare spiegazioni e note, potete poi ricostruire i pdf.

https://github.com/gpciceri/milagathos/tree/master/aGreekPrimer (caveat: sono scritti in LaTeX, altro linguaggio per molti ma non per tutti).

Per segnalare gli (in)evitabili errori, altre sviste e per osservazioni o suggerimenti, scrivete a gp (dot) ciceri (at) gmail (dot) com (indirizzo email ottenuto dopo le ovvie sostituzioni).

Buon lavoro.


lezioni di greco antico, Terza Declinazione: temi in Palatale e in Labiale

Ciao a tutti,

la Terza Declinazione, o Declinazione in Consonante, comprende tutti i nomi che non appartengono né alla Prima né alla Seconda Declinazione. Si studia per tipo di tema: nella maggior parte dei nomi i temi sono in consonante, ci sono anche (pochi) nomi in vocale o in dittongo. Iniziamo dai temi in muta palatale e labiale.

  • Terza Declinazione, temi in palatale (κ, γ, χ) e in labiale (π, β, φ); vocabolario, esercizi. Scarica il file pdf della lezione da qui: agreekprimerlessonxiv.

Tutte queste lezioni, tradotte con cura e pazienza – e introducendo qua e là simpaticissimi svarioni –  dal testo del Gleason A Greek Primer (1903, New York, American Book Company), sono disponibili a questo indirizzo, basta cliccare qui (ogni tanto c’è un corrige e i pdf delle lezioni vengono rinnovati).

Per i temerari del computer, c’è la possibilità di scaricare direttamente i sorgenti delle traduzioni: così, se volete ampliare vocabolari o esercizi o modificare spiegazioni e note, potete poi ricostruire i pdf.

https://github.com/gpciceri/milagathos/tree/master/aGreekPrimer (caveat: sono scritti in LaTeX, altro linguaggio per molti ma non per tutti).

Per segnalare gli (in)evitabili errori, altre sviste e per osservazioni o suggerimenti, scrivete a gp (dot) ciceri (at) gmail (dot) com (indirizzo email ottenuto dopo le ovvie sostituzioni).

Buon lavoro.


lezioni di greco antico, corrige e nuovo font: GFS Didot

Ciao a tutti,

tempo di errata corrige per le lezioni di greco antico, vi assicuro che serviva; grazie a tutti quelli che hanno segnalato i refusi (e che ne segnaleranno altri).

Ancora, una questione di leggibilità: il font Palatino Linotype usato fino ad oggi non permetteva di ben visualizzare l’accento circonflesso e qualche combinazione accento-spirito.

Un po’ a malincuore – Palatino Linotype è davvero splendido – siamo quindi passati al ben più leggibile, almeno per i diacritici, GFS Didot (vedi qui).

Ehm, ci sarebbero da (ri)scaricare tutti i pdf, ad aver pazienza. Come al solito si trovano a partire da qui:

https://milagathos.wordpress.com/category/a-greek-primer/.

Buon lavoro.

Aggiornamento del 2017.01.16: ho trovato come mantenere in LaTeX il font Palatino Linotype, per tutto quanto non-greco, accanto al GFS Didot, per i soli termini greci, così il risultato complessivo è più carino. Al primo corrige, o dalla lezione XIV in poi, vedrete l’effetto che fa.


lezioni di greco antico, periodo ipotetico (introduzione)

Ciao a tutti,

in questa lezione si introduce il periodo ipotetico: ecco arrivare protasi e apodosi insomma. E facendo uso delle (poche) forme verbali che conosciamo per il momento  – all’indicativo quindi. Ancora, nascosto in una frase di esercizio, il primo esempio (per questo testo) del tipico periodo simmetrico, fatto da due frasi che si contrappongono e individuabile dalle particelle μέν e δέ.

  • Introduzione al periodo ipotetico, il periodo contrapposto tra μέν e δέ, vocabolario, esercizi. Scarica il file pdf della lezione da qui: agreekprimerlessonxiii(corrige 2017.01.16).

Tutte queste lezioni, tradotte con cura e pazienza – e introducendo qua e là simpatici svarioni –  dal testo del Gleason A Greek Primer (1903, New York, American Book Company), sono disponibili a questo indirizzo, basta cliccare qui.

Per i temerari del computer, c’è la possibilità di scaricare direttamente i sorgenti delle traduzioni: così, se volete ampliare vocabolari o esercizi o modificare spiegazioni e note, potete poi ricostruire i pdf.

https://github.com/gpciceri/milagathos/tree/master/aGreekPrimer (caveat: sono scritti in LaTeX, altro linguaggio per molti ma non per tutti).

Per segnalare gli (in)evitabili errori, altre sviste e per osservazioni o suggerimenti, scrivete a gp (dot) ciceri (at) gmail (dot) com (indirizzo email ottenuto dopo le ovvie sostituzioni).

Buon lavoro.


lezioni di greco antico, nomi maschili della declinazione in A

Ciao a tutti,

da un certo punto di vista siamo arrivati ad una svolta: con questa lezione abbiamo esaminato prima e seconda declinazione, gli aggettivi della prima classe, l’indicativo attivo e le regole di sintassi più importanti: c’è abbastanza materiale per permetterci di tradurre e magari comporre un bel numero di frasette elementari, allargando allo stesso tempo il lessico a nostra disposizione (leggi: padroneggiare meglio le regole di un gioco tutto sommato ancora semplice).

Oppure si potrebbe andare avanti ad introdurre altri elementi di morfosintassi, ovvero iniziare a complicare le regole del gioco: nelle prossime 12 lezioni si affronteranno infatti la terza declinazione (qualche tipo di tema, almeno), l’indicativo medio e passivo, il verbo essere, i pronomi dimostrativi e αὐτός.

Visto come sono messo con gli esercizi, sarà meglio mi fermi un po’ a farne degli altri. Intanto ecco qui i materiali di questa lezione, la dodicesima.

  • Declinazione in A – nomi maschili, accusativo di relazione, vocabolario, esercizi: agreekprimerlessontwelve (corrige 2017.01.15).

Tutte queste lezioni, tradotte pian piano dal manuale introduttivo di Clarence W. Gleason, A Greek Primer (1903, New York, American Book Company), sono disponibili a questo indirizzo, basta cliccare qui.

Per i ninja della tipografia al computer, c’è poi anche la possibilità di scaricare direttamente i sorgenti delle traduzioni: così, se vorrete ampliare vocabolari o esercizi o modificare spiegazioni e note, potrete poi ricostruire i pdf. L’indirizzo dove trovarli è questo: https://github.com/gpciceri/milagathos/tree/master/aGreekPrimer (caveat: sono sorgenti LaTeX, altro linguaggio per molti ma non per tutti).

Per segnalare gli (in)evitabili errori, altre sviste e per osservazioni o suggerimenti, scrivete a gp (dot) ciceri (at) gmail (dot) com (indirizzo email ottenuto dopo le ovvie sostituzioni).

Buon lavoro.


lezioni di greco antico, ripasso dell’indicativo attivo

Ciao a tutti,

le lezioni di greco antico, tratte dal  manuale introduttivo di Clarence W. Gleason, A Greek Primer (1903, New York, American Book Company), iniziano a farsi interessanti: l’approccio è veramente elementare, e non si pretende chissà quale rigore nell’esposizione, ma arrivati all’undicesima lezione è già tempo di rivedere, precisando meglio qua e là qualche concetto, tutto l’indicativo attivo (almeno per i verbi della coniugazione in -ω, non contratti).

 

  • Ripasso dell’indicativo attivo, tema e temi temporali del verbo, perfetto secondo, vocabolario, esercizi: agreekprimerlessoneleven (corrige 2017.01.15).

Tutte queste lezioni, tradotte pian piano dal testo del Gleason, sono disponibili a questo indirizzo, basta cliccare qui.

Per i temerari del computer, c’è la possibilità di scaricare direttamente i sorgenti delle traduzioni: così, se volete ampliare vocabolari o esercizi o modificare spiegazioni e note, potete poi ricostruire i pdf.

https://github.com/gpciceri/milagathos/tree/master/aGreekPrimer (caveat: sono scritti in LaTeX, altro linguaggio per molti ma non per tutti).

Per segnalare gli (in)evitabili errori, altre sviste e per osservazioni o suggerimenti, scrivete a gp (dot) ciceri (at) gmail (dot) com (indirizzo email ottenuto dopo le ovvie sostituzioni).

Buon lavoro.


lezioni di greco antico, perfetto e piuccheperfetto indicativo attivo: lascia o raddoppia?

Ciao a tutti,

ci sono squadre di calcio che ci hanno messo tanti e tanti anni, ma alla fine sono arrivate alla decima (Coppa dei Campioni); noi invece, con le lezioni tratte dal  manuale introduttivo di Clarence W. Gleason, A Greek Primer (1903, New York, American Book Company), abbiamo bruciato le tappe: alla decima lezioni si può anche iniziare il perfetto e piuccheperfetto indicativo attivo.

E non vi è perfetto senza raddoppiamento: sermo incipit fieri obscurus? Con un po’ di pazienza e trascrivendo qualche coniugazione ad esercizio, nulla di così stupefacente.

  • Perfetto e piuccheperfetto indicativo attivo, il raddoppiamento, vocabolario, esercizi, dialogo: agreekprimerlessonten (corrige 2017.01.15).

Tutte queste lezioni, tradotte pian piano dal testo del Gleason, sono disponibili a questo indirizzo, basta cliccare qui.

Per i temerari del computer, c’è la possibilità di scaricare direttamente i sorgenti delle traduzioni: così, se volete ampliare vocabolari o esercizi o modificare spiegazioni e note, potete poi ricostruire i pdf.

https://github.com/gpciceri/milagathos/tree/master/aGreekPrimer (caveat: sono scritti in LaTeX, altro linguaggio per molti ma non per tutti).

Per segnalare gli (in)evitabili errori, altre sviste e per osservazioni o suggerimenti, scrivete a gp (dot) ciceri (at) gmail (dot) com (indirizzo email ottenuto dopo le ovvie sostituzioni).

Buon lavoro.


lezioni di greco antico, un po’ di sintassi

Ciao a tutti,

continua imperterrita la traduzione delle prime lezioni tratte dal  manuale introduttivo di Clarence W. Gleason, A Greek Primer (1903, New York, American Book Company): oggi si esaminano alcuni elementi di sintassi, comuni al Latino e al Greco; la trattazione è ovviamente di vecchio stile e di stampo anglosassone, potrebbe risultare un po’ desueta o strana. A ragionarci su, però, diventa anche divertente: ecco, magari ad aggiungerci degli esempi, tutto resterebbe più chiaro.

  • Alcune regole di sintassi comuni a Latino e Greco, vocabolario, esercizi, dialogo: agreekprimerlessonnine (corrige 2017.01.16).

Tutte queste lezioni, tradotte pian piano dal testo del Gleason, sono disponibili a questo indirizzo, basta cliccare qui.

Per i temerari del computer, c’è la possibilità di scaricare direttamente i sorgenti delle traduzioni: così, se volete ampliare vocabolari o esercizi o modificare spiegazioni e note, potete poi ricostruire i pdf.

https://github.com/gpciceri/milagathos/tree/master/aGreekPrimer (caveat: sono scritti in LaTeX, altro linguaggio per molti ma non per tutti).

Per segnalare gli (in)evitabili errori, altre sviste e per osservazioni o suggerimenti, scrivete a gp (dot) ciceri (at) gmail (dot) com (indirizzo email ottenuto dopo le ovvie sostituzioni).

Buon lavoro.