Archivi categoria: Dead Poets Society

Vocali, di Rimbaud – poeta maledetto

Ciao a tutti,

nel corso Poesie italiane, e poesie tradotte in italiano, che portiamo avanti per ringraziare le belle poesie di tutti i tempi, di preferenza italiane, abbiamo appena aggiunto Vocali (di Arthur Rimbaud).

”’Pace di pascoli seminati d’animali, pace di rughe /
Che l’alchimia imprime nelle ampie fronti studiose;”’

Annunci

D’in su la vetta della torre antica

Ciao a tutti,

nel corso Poesie italiane, e poesie tradotte in italiano, che coltiviamo con cura per riappropriarci della memoria di alcune delle più belle poesie di tutti i tempi, di preferenza italiane, abbiamo appena aggiunto i primi versi dell’arcinota Il Passero solitario (di Leopardi).

 

 

”’tu pensoso in disparte il tutto miri;

non compagni, non voli,

non ti cal d’allegria,

schivi gli spassi;”’


Alma ausente. Non ti conosce il toro, non il fico

Buona Domenica,

nel corso Poesie italiane, e poesie tradotte in italiano, che coltiviamo con cura per imparare a memoria alcune delle più belle poesie di tutti i tempi, abbiamo appena aggiunto la lirica Alma ausente (Anima assente, di Federico Garcia Lorca).

 

 

”’No te conoce nadie. No. Pero yo te canto.
Yo canto para luego tu perfil y tu gracia.
La madurez insigne de tu conocimiento.
Tu apetencia de muerte y el gusto de su boca.”’


Milo? Nel pineto, sta iniziando a piovere

Un momento di attenzione,

nel corso Poesie italiane, e poesie tradotte in italiano, per imparare a memoria alcune delle più belle poesie di tutti i tempi, abbiamo appena aggiunto La Pioggia nel Pineto (di D’Annunzio): gaudeamus igitur, essa è infatti la lirica preferita da Milo.

 

 

”’Ascolta. Piove
dalle nuvole sparse.
Piove su le tamerici
salmastre ed arse,
piove su i pini
scagliosi ed irti,
piove su i mirti
divini”’


Il Back to School di Milo? Itaca, a suo tempo debito

Ciao a tutti,

in fortuita coincidenza con il back-to-school, nel corso Poesie italiane, e poesie tradotte in italiano, (serve a imparare a memoria alcune delle più belle poesie di tutti i tempi) abbiamo appena aggiunto In morte del Fratello Giovanni (del Foscolo) e Itaca (del Kavafis).

 

 

Attenzione, non è che Milo scelga le poesie a caso, ma non pensiate queste due capitino proprio perché domani ricomincia scuola…

 

Sempre devi avere in mente Itaca, raggiungerla sia il tuo pensiero costante.


Le circostanze di un’azione: otto elementi per una buona cronaca

Ciao,

nel nuovo minicorso Circostanze di un’azione: otto elementi di cronaca, si memorizza il canone (attribuito a San Tommaso D’Aquino) in otto punti, (laddove gli anglosassoni ne fanno versione ridotta con le celeberrime cinque W – Who, What, When, Where, Why) che si usa per raccontare tutti gli elementi che costituiscono una buona cronaca giornalistica.

Pensiero critico? Non mettiamola giù così dura; si tratta solo di avere un piano per raccontare in modo esauriente qualcosa, e questo minicorso permette di memorizzare l’elenco delle cose da non dimenticar di fare.


Milo? Qui giacciono i suoi cani. E l’albero cui tendeva la pargoletta mano.

Hello folks,

nel corso Poesie italiane, e poesie tradotte in italiano, un memrise per imparare a memoria alcune delle più belle poesie di tutti i tempi abbiamo appena aggiunto l’immaginifica Qui giacciono i miei cani (del vate D’Annunzio) ed il tristissimo Pianto Antico (del poeta nazionale Carducci).

 

 

Dopo tanto latino e greco, una qualche bella lirica italiana giunga a rasserenare l’aere, e gli animi.


stop the presses: Milo meets Dead Poets Society, le belle poesie italiane

Saluti a tutti,

prima che Milo si esalti troppo e si proponga ad ispirar D’Annunzio – parlandone da vivo – andate a vedere il suo nuovo corso Poesie italiane, e poesie tradotte in italiano, un memrise per imparare a memoria alcune delle più belle poesie di tutti i tempi (belle a suo giudizio, almeno). Milo ne è molto orgoglioso.

Per ora c’è solo Meriggiare pallido e assorto, di Montale; Milo ha però promesso che un po’ alla volta amplierà i contenuti, alla faccia dei cocci aguzzi di bottiglia.

Saluti, adesso un dolcetto per Milo.