Archivi tag: seconda declinazione latina

Lessico latino di base: verbi copulativi

Ciao a tutti,

paradigmi di verbi copulativi di uso comune? Ecco qui un repertorio di paradigmi utilizzati sovente; ma di cosa si tratta (da “La Sintassi del Latino”, del G.B.Conte)?

Alcuni verbi sono detti copulativi appunto perché possono giocare lo stesso ruolo del verbo essere, di sum, come copula. In particolare si tratta di:

  • alcuni verbi intransitivi attivi o deponenti che indicano esistenza, divenire o appartenenza: fio, existo, nascor, videor;
  • alcune categorie di verbi al passivo (il nome della categoria ne spiega il senso)
    • verbi appellativi: ad es. appellor, nominor (essere chiamato);
    • verbi estimativi: ad es. iudicor (essere giudicato);
    • verbi elettivi: ad es. eligor, creor (essere eletto);
    • verbi effettivi: ad es. efficior, reddor (essere fatto – nel senso di addivenire a qualcosa, essere reso).

Con il corso memrise “lessico latino di base per il ginnasio” si possono memorizzare  anche questi paradigmi mentre si pensa di giocare con lo smartphone: buon lavoro.


Lessico latino di base: verbi deponenti e semideponenti

Ciao a tutti,

paradigmi di verbi deponenti e semideponenti di uso comune? Ecco qui un repertorio dei paradigmi più utilizzati, ma di cosa si tratta (da wikipedìa)?

I verbi deponenti sono detti così perché hanno deposto la forma attiva e si presentano in  forma passiva, conservando significato attivo (deponenti: forma passiva, significato attivo).

I verbi deponenti possono essere sia transitivi che intransitivi e seguono le quattro coniugazioni:

  • I coniugazione, infinito presente in –ari
  • II coniugazione, infinito presente in –eri
  • III coniugazione, infinito presente in –i
  • IV coniugazione, infinito presente in –iri

Questi verbi si coniugano come la forma passiva della corrispondente coniugazione, tranne che nel

dove mantengono sia forma che significato attivi.

I deponenti transitivi hanno anche il gerundivo e il supino ablativo di forma e significato passivo.
I verbi semideponenti, invece, hanno nei tempi derivati dal presente forma attiva e significato attivo; nei tempi derivati dal perfetto hanno forma passiva e significato attivo (verbi perfetto-deponenti, si potrebbe dire).

Paradigmi di verbi semideponenti comuni:

  • audeo, -es, ausus sum, audere, “osare”
  • gaudeo, -es, gavisus sum, gaudere, “gioire”
  • soleo, -es, solitus sum, solere, “essere solito”
  • fido, -is, fisus sum, fidere, “fidarsi”
  • confido, -is, confisus sum, confidere, “confidare”
  • diffido, -is, diffisus sum, diffidere, “diffidare”

Con il corso memrise “lessico latino:le mille parole” si possono memorizzare  anche questi paradigmi mentre si pensa di giocare con lo smartphone: davvero non male.


Seconda declinazione latina: morfologia, lessico e test di verifica

Ciao a tutti,

continuiamo a mettere a disposizione materiali per apprendere latino. In questo caso, la seconda declinazione dei nomi.

 

 

Si memorizza lo specchietto della declinazione (qui sono due, uno per il maschile e il femminile, l’altro per il neutro); poi si impara qualche vocabolo che capita molto frequentemente, infine un test scritto per verificare se si è compreso correttamente tutto quanto.

 

 

 

 

Ecco qui tutti i link necessari.

 

Potenziali interessati a questi materiali? Sempre tutti gli studenti del primo anno delle superiori, basta che abbiano latino come insegnamento.